Merlot

Collalto - Merlot

PDF

Merlot Piave D.O.C.

UveMerlot

Caratteristiche del territorio di produzione

Ubicazione grave a sinistra del fiume Piave
Altimetria50 metri slm
EsposizioneSud
Tipologia di suolomedio impasto
Densità d'impianto4800 piante/ettaro

Vinificazione ed affinamento

Resa per ettaro100 q.li
Epoca di vendemmia15 settembre-25 Settembre
Pigiaturadiraspatura e pressatura soffice
Contenitori per la fermentazioneserbatoi d’acciaio termocondizionati e vasche in cemento
Durata della fermentazione8 giorni
Durata dell'affinamento10 mesi
Affinamento in bottiglia3 mesi
Colorerosso rubino intenso con sfumature granate nell’invecchiamento
Profumovinoso, con sentore di lampone
Gusto asciutto, armonico giustamente tannico

Dati analitici

Gradazione alcolica12,5% vol.
Acidità5 g/l

Note di degustazione

Considerato a ragione uno dei vini più fruttati al mondo, questa particolare interpretazione del Merlot trevigiano si distingue per la pregevole coesistenza delle note dolci, tipiche del frutto, e della complessità conferitagli dall’affinamento in legno e anche dalla struttura originaria dell’uva di derivazione. Alla vista il suo colore è cupo, profondo, con toni che dal rosso rubino intenso virano al blu. Tale concentrazione si presenta chiaramente al naso, recettore immediato di note dolci e, soprattutto, mature (ma non stucchevoli) di frutti a bacca rossa e ciliegie. I rimandi vegetali, tipici della zona, sono smussati dall’eleganza conferitagli da un affinamento in botte grande, che gli dona ulteriore complessità e lunghezza. I tannini sono anch’essi dolci, non invasivi, e sostengono egregiamente la parte acida ed alcolica, bilanciandone la presenza in un risultato di estrema gradevolezza e serbevolezza. L’abbinamento ideale per questo vino è quello delle carni rosse pur se in virtù della sua ‘gentilezza’ ben si presta ad essere gustato con preparazioni a base di sughi ed intingoli leggeri (ragout di coniglio, fricassea di pollo, spezzatino di vitello, giusto per citarne alcuni). Ottimo inoltre con formaggi a pasta cruda dalla media stagionatura. Un vino, infine, in grado di esaltare la mescita al bicchiere qualificata, in virtù del suo vantaggiosissimo rapporto qualità/prezzo e della sua riconosciuta universalità.