Manzoni Bianco

Collalto - Manzoni Bianco

PDF

Manzoni Bianco Colli Trevigiani I.G.P.

Uve100% Incrocio Manzoni 6.0.13 (Riesling renano x Pinot bianco)

Caratteristiche del territorio di produzione

Ubicazionecolline a sinistra del fiume Piave
Altimetria130 metri slm
EsposizioneSud
Tipologia di suolotendenzialmente argilloso
Densità d'impianto3000 piante/ettaro

Vinificazione ed affinamento

Resa per ettaro100 q.li
Epoca di vendemmia1-10 Settembre
Pigiaturadiraspatura e pressatura soffice
Contenitori per la fermentazioneserbatoi d’acciaio termocondizionati
Durata della fermentazione8 giorni
Contenitori di affinamentoserbatoi d’acciaio termocondizionati
Durata dell'affinamento6 mesi
Affinamento in bottiglia3 mesi
Coloregiallo paglierino con riflessi verdolini
Profumotipicamente aromatico, fine ed elegante con note minerali
Gustoequilibrato, strutturato e lungamente persistente

Dati analitici

Gradazione alcolica13% vol.
Acidità6 g/l

Note di degustazione

Vero e proprio portabandiera dei vini bianchi trevigiani, l’Incrocio Manzoni Bianco (già Incrocio Manzoni 6.0.13) è un ibrido nato dall’impollinazione fra ceppi di Riesling Renano e Pinot Bianco. La sua fama ha rapidamente travalicato i confini della Marca Trevigiana in virtù della grande adattabilità della pianta e dell’elevata acidità espressa in fase vinificatoria, facendogli dunque trovare diffusione sia al Sud (Sicilia in primis) che al Nord Italia. La particolare piacevolezza di beva e la sua minerale freschezza ne hanno fatto un must per l’accompagnamento dei crostacei e del pesce in generale. Alla vista si presenta di un colore giallo paglierino intenso e brillante. Al naso le note eleganti del Pinot Bianco emergono in prima battuta con i ricordi di ananas e fiori bianchi mentre al gusto i rimandi acidi e minerali del Riesling spiccano sul resto delle sensazioni, adagiati su una più che buona struttura d’insieme e una discreta morbidezza. Caratteristiche, queste, che confermano la sua piacevolezza di beva. Molto pulito in fase gustativa, palesa un perfetto ritorno retronasale. Ideale con antipasti tiepidi di mare, si esalta con piatti a base di crostacei e con pesci salsati. Ottimo anche con minestre e zuppe estive. Riesce a supportare egregiamente anche carni bianche, variamente preparate, ancor più in presenza di intingoli e salse dal carattere deciso.