Frizzante

Collalto - Frizzante

PDF

Conegliano e Valdobbiadene Prosecco d.o.c.g. Frizzante

Uve solo uve Glera (Prosecco) di proprietà

Caratteristiche del territorio di produzione

Ubicazionecolline di Susegana (zona classica del Prosecco)
Altimetria90 metri slm
EsposizioneSud
Tipologia di suolotendenzialmente argilloso
Densità d'impianto4000 piante/ettaro

Vinificazione ed affinamento

Resa per ettaro130 q.li
Epoca di vendemmia10-30 Settembre
Pigiaturadiraspatura e pressatura soffice
Contenitori per la fermentazioneserbatoi d’acciaio termocondizionati
Durata della fermentazione6-8 giorni
Contenitori di affinamentoserbatoi d’acciaio termocondizionati
Durata dell'affinamento3 mesi sulla feccia nobile
Presa di spumametodo Charmat in autoclavi d’acciaio
Affinamento in bottiglia3 mesi
Coloregiallo paglierino perlage gentile e di buona persistenza
Profumodelicato e fruttato
Gustosapore secco, naturalmente frizzante, brioso, fresco ed elegante

Dati analitici

Gradazione alcolica11% vol.
Residuo zuccherino10 g/l

Note di degustazione

Nella classica merenda trevigiana regnava un tempo incontrastato questa particolare versione di Prosecco. Il suo segreto, infatti, risiedeva, e risiede tuttora, nella sua estrema gradevolezza e leggerezza. Fattori, questi, in grado di consentire una replica di beva cui le antiche genti venete non si sottraevano certamente. I tempi sono cambiati ma le caratteristiche di questo vino lo rendono tutt’oggi uno dei frizzanti più consumati al mondo. Alla vista le classiche note verdoline, tipiche del vitigno, si esprimono in tutta la loro brillantezza così come al naso i sentori tipici dell’uva, esaltati da un corretto e limitato dosaggio degli zuccheri, apportano fresche sensazioni di fiori e frutta a polpa bianca. La sua gasatura leggera convoglia all’olfatto gli aromi espressi dal vino in maniera elegante e soave. In bocca sorprende per la sua fragranza e, nel contempo, per la sua struttura, inconsueta per un frizzante. Corpo ed eleganza lavorano assieme per fornire nette sensazioni di serbevolezza e piacere. La sua lunghezza e la sua profondità lo rendono un vino in grado di appagare appieno quella parte di fruitori poco orientata verso gli spumanti tradizionali e più incline ad un consumo calibrato e leggero. Gli abbinamenti gastronomici non possono che essere quelli della tradizione: salumi leggeri e mediamente grassi, sopressa veneta e salami morbidi su tutti, formaggi morbidi e grassi, torte di verdure e, non dimentichiamolo, i classici ‘cicheti veneziani’ in cui il pesce la fa da padrone. Provare per credere…